LaCellula.net
Wiki scientifico con appunti e pagine per studenti universitari di Biologia, Chimica, Medicina e Veterinaria
Login / Register

Email:
Password:
Security: 1+9 =
Registrati
Password dimenticata?
Homepage > Appunti > Anatomia comparata > Processo di cheratinizzazione e derivati cornei
Scritto da: lacellula il 2011-06-28. Ultima revisione : 2011-06-28. Leggi gli altri appunti di Anatomia comparata.

Processo di cheratinizzazione e derivati cornei

La cheratinizzazione è un processo continuo operato dai cheratinociti dell’epidermide. Il cheratinocita, in luogo dei vari strati dell’epidermide, sintetizza e accumula progressivamente un quantitativo di cheratina alpha (elastica) e beta (più rigida). La cheratina alpha si trova in tutti i vertebrati mentre la beta nei rettili e negli uccelli.

La cheratinizzazione, in molti animali, non termina con il raggiungimento dello strato corneo. Da esso possono generarsi i cosiddetti derivati cornei, che rafforzano le funzionalità dell’epidermide di difesa, di termoregolazione, di richiamo sessuale. Le strutture derivanti dalle cellule cheratinizzate prendono il nome di fanere.

Un altro tipo di derivato corneo è il pelo, una struttura presente nei mammiferi, formata da una ghiandola sebacea, un muscolo erettore e una struttura cilindriforme formata da una componente cellulare interna, definita midollare, una mediana chiamata corticale. La colorazione del pelo è data dalla presenza di pigmenti di melanina.

Altre forme di cheratinizzazione coinvolgono le zone delle falangi terminali. L’unghia, ad esempio, deriva da un processo post-cheratinitivo che porta alla formazione della lamina ungueale.

Anche le corna, che possono essere pari oppure impari, sono dei derivati cornei. Possono avere origine epidermica, derivanti dall’osso cranico ricoperto da epidermide, derivanti parzialmente da un isolotto osseo che serve da fondamento per la sintesi di una struttura epidermica.

appunti ver.... ©