Scritto da: lacellula il 2011-09-27. Ultima revisione : 2011-09-27. Leggi gli altri appunti di Fisiologia umana.

Misurazione della pressione sanguigna e convenzioni internazionali

Prima di introdurre il discorso concernente la pressione sanguigna è opportuno soffermarsi sul valore che, in genere, è associato alla misurazione della pressione. Quando un medico rassicura un paziente circa le sue condizioni di salute, generalmente, lo informa che la pressione si attesta sui “120 con 70”. L’ascolto di questi numeri è, per certi versi, tranquillizzante ma, in realtà, se non ci fossero altri elementi celati, sarebbero soltanto numeri e, quindi, dal significato relativo.

In ambito scientifico un numero assume valore soltanto quando è associato ad una scala e, di conseguenza, a dei parametri statistici quali quelli derivanti dalla media, dai valori minimi e massimi. Sempre in tema di cuore se qualcuno dicesse che il cuore batte circa 60 volte in un minuto direbbe una cosa vera. Il fatto che sia specificato “al minuto” indica che il numero viene rapportato ad una scala standard. La frase “il cuore batte sessanta volte.” non ha, evidentemente, senso poiché al numero si può associare “in un’ora”, “in un giorno”, “in tutto l’arco della vita”.

La pressione sanguigna, per convenzione internazionale si misura in millimetri di mercurio, la cui abbreviazione è mmHg. In realtà i parametri non sono assoulti, nel senso che la pressione del sangue non ha quel valore riportato dallo sfigmomanometro (lo strumento che la misura), ma relativi. Il valore di riferimento di una qualsiasi misurazione di pressione del flusso sanguigno è quello della pressione atmosferica al livello del mare, che è pari a circa 760mmHg. In altre parole quando il paziente sa che la pressione sanguigna sistolica è di circa 120mmHg il vero senso della frase è che la pressione è di 120mmHg superiore rispetto a quella atmosferica a livello del mare.

appunti ver.... ©

Altri articoli simili

Informazioni

Altri appuntiFisiologia umana

Introduzione ai trasporti di membrana
Introduzione al trasporto passivo
Forza chimica
Forza elettrica
Forza elettrochimica
Flusso netto e passaggio di molecole tra membrane
Diffusione e carriers
Canali
Osmosi
Pressione osmotica
Introduzione ai trasporti attivi
Pompa sodio potassio
Trasporto del glucosio: SGLT, cotrasporto sodio glucosio e GLUT
Messaggi e messaggeri
Gap junctions
Messaggeri a distanza
Classificazione dei messaggeri
Trasporto dei messaggeri
Recettori di membrana: la proteina G
Meccanismo d'azione dell'insulina
Regolazione del volume cellulare: RDV e RDI
Introduzione al tessuto sanguigno
Plasma e proteine plasmatiche
Introduzione al sistema nervoso
Potenziale di membrana a riposo
Potenziale graduato e sommazione spaziale o temporale
Sarcomero
Il modello dei ponti trasversali: genesi della forza muscolare
Troponina, tropomiosina e calcio: la regolazione della contrazione muscolare
Giunzione neuromuscolare
Meccanica muscolare
Contrazione isotonica ed isometrica e relazione tensione lunghezza della fibra muscolare
Cuore, cellule pacemaker e cellule di lavoro
Miocardio specifico e genesi del potenziale d'azione
Attività elettrica delle cellule di lavoro
Elettrocardiogramma
Ciclo cardiaco
Volume ventricolare
Legge di Starling
Modulazione dell'attività cardiaca
Misurazione della pressione sanguigna e convenzioni internazionali
Pressione a livello dell'aorta e pressione arteriosa media (PAM)