LaCellula.net
Wiki scientifico con appunti e pagine per studenti universitari di Biologia, Chimica, Medicina e Veterinaria
Login / Register

Email:
Password:
Security: 4+10 =
Registrati
Password dimenticata?
Homepage > fisiologia > Proteina G

Proteina G

Questa pagina di Fisiologia Umana e generale contiene informazioni di natura tecnico scientifica, realizzate in modo specifico per gli Studenti Universitari dei corsi di Fisiologia Umana, Fisiologia Cellulare, Fisiologia degli apparati, etc. ed è anche classificabile come testo di Appunti di Fisiologia.

La proteina G è una proteina intramembrana che presenta un recettore extracellulare e tre subunità (α, β, γ) intracellulari. La subunità α è in diretto collegamento con il recettore ed è capace di legare a sé una molecola di GTP (guanosintrifosfato) o GDP (guanosindifosfato) in base al tipo conformazione assunta. La lettera G si riferisce alla capacità di legare questo nucleotide trifosfato.

Quando la proteina è “a riposo” il GDP è saldamente legato alla subunità α; non appena il recettore lega a sé il proprio ligando l'affinità per il GDP diminuisce notevolmente, a tal punto che il GDP si distacca. Successivamente si lega una molecola di GTP (guanosintrifosfato), che è del tutto simile al GDP tranne per la presenza di tre radicali fosforici anziché due. In altre parole, subito dopo il legame del ligando con il recettore, avviene una sostituzione del GDP con un GTP.

Attivazione della subunità α

La subunità α, contemporaneamente alla sostituzione GDP-GTP, si stacca e raggiunge un canale o un enzima, ad esempio l'adenilato ciclasi che sintetizza ingenti quantità di AMP-ciclico, che è un secondo messaggero, in altre parole la sintesi di cAMP stimola la funzionalità di altri enzimi intracellulari. La subunità può raggiungere anche un canale, attivandolo.

Proteina G

Meccanismo della proteina G nel sistema del secondo messaggero

La subunità α può attivare, o disattivare alcuni sistemi. Ad esempio, può stimolare l'adenilato ciclasi alla sintesi di AMP-ciclico, una molecole molto simile all'AMP, oppure può stimolare la guanilato ciclasi che, a differenza, sintetizza GMP ciclico. L'AMP ciclico si lega alla proteina chinasi A che attiva, fosforilandola, una terza proteina.

In alcune cellula si lega alla fosfolipasi, che è un enzima che a partire dal fosfatidilinositolo-4,5-bisfosfato (PIP3) forma inositolo-3-fosfato che è, a sua volta, un messaggero riconosciuto dalla proteina chinasi C la quale fosforila una terza proteina attivandola.

Dal forum
Query error. SELECT * FROM ipb_topics WHERE AND state = 'open';
Copyright LaCellula.net. Diritti di riproduzione riservati.
contents ver.1.4.2. © fc